Italiano
  • info@zaffiro-organica.com

  • Envíos a toda España (tambien Baleares y Canarias) gratis a Peninsula (a partir de 49€) Entrega 48/72H

Che cos'è il Cruelty free e perché è così importante?

di Zaffiro Organica sopra April 20, 2018

cruelty free cosmetici vegan cosmetici non testati su animali salute donna cosmetici naturali

Che cos'è il Cruelty free e perché è così importante? 

Ogni giorno molte persone consumano diversi tipi di prodotti. Oggetti personali come: shampoo, saponi e deodoranti. Prodotti per migliorare l'aspetto: cosmetici, vestiti, scarpe ed occhiali. Pensano che "l'unica cosa che conta è la qualità e l'attrattiva del prodotto", quindi se fai parte di quel gruppo di persone con questo post, la tua visione sarà diversa. 

Qualcosa su cui riflettere 

Al di là del semplice fatto di inserire un articolo nel carrello del mercato, alcune domande vengono messe in discussione come l'origine di alcuni produttori perché di solito non è qualcosa che toglie il sonno del cliente, forse a causa dell'indifferenza o della mancanza d’informazioni. Qualcosa che molti ignorano quando svolgono queste attività, è che molti prodotti per uso personale, vengono utilizzati inizialmente sperimentati sugli animali. Si parla di pubblicità? Ovviamente no, perché non soddisfa certe compagnie. Il livello di tossicità di alcuni trucchi, per fare un esempio, è misurato dalle reazioni degli animali da laboratorio. Un trattamento insensibile che spesso finisce con la morte dell'animale. 

Cos'è Cruelty Free? 

La lotta per porre fine agli abusi sugli animali rispetto agli esperimenti, in cui vengono applicati i prodotti per misurare le reazioni allergiche, risale al 1950. In un libro scritto da Charles Hulmes e William Russell, intitolato "Principi di tecnica sperimentale umana" , offre di ridurre al minimo la sofferenza degli animali quando si tratta di testare la qualità di un lavoro, "sostituire, ridurre e perfezionare", sono le premesse che puntano. 

Alla fine degli anni '50, Muriel Dowding, ha creato il termine "Cruelty Free", per persuadere le grandi aziende manifatturiere di finta pelle che usano il marchio "Beauty Without Cruelty" e fonda un'organizzazione con lo stesso nome. Il termine è reso popolare da Marcia Pearson, con il suo gruppo "Fashion With Compassion" negli anni '70. 

Nel 1991, il Centro Europeo per la Validazione dei Metodi Alternativi (ECVAM) è stato creato con l'obiettivo di promuovere leggi che richiedono l'uso di metodi alternativi per i test. Nel 2012, l'Unione britannica per l'abolizione della Vivisezione, la Società anti-vivisezione del New England e la Coalizione europea si sono unite per fermare questo problema e la sua campagna ha avuto successo. Attualmente è un'etichetta adottata da molte aziende. 

Perché è importante il Cruelty Free? 

Diverse aziende hanno respinto le pratiche di crudeltà e hanno adottato meccanismi pienamente efficaci in questo ventunesimo secolo. Detersivi, vestiti, prodotti per il trucco sono sviluppati, senza sostanze chimiche che possono causare dolore agli animali, questo a sua volta impedisce la contaminazione del pianeta. Inoltre, nuovi metodi tecnologici come la sperimentazione sul tessuto osseo e sulla pelle artificiale, i programmi per computer e la simulazione in vitro sono innovativi. 

È anche un modo per sensibilizzare ed educare al campo dell'etica degli affari, perché ora una persona può scegliere un prodotto per la pulizia sul retro del quale c'è l'etichetta "Cruelty free" o "non testato sugli animali". 

LASCIA UNA RECENSIONE

.


TORNA IN CIMA